Homepage-1

Nasce dalla passione per la natura, gli animali, le piante, le loro
lavorazioni e trasformazioni in prodotti gastronomici salubri, genuini ed unici.
Il percorso del gusto inizia nel 2002, con esperienze e conoscenze
sul campo, fatte da migliaia di attività visitate, assaggi, collabo-
razioni che hanno portato col tempo la competenza nella sele-
zione delle materie prime e di tutte le tecniche di lavorazione e
trasformazione per rendere oggi i nostri prodotti, veri prodotti di
eccellenza.
Dal 2013 siamo stati impegnati, prima presso altre aziende e poi
direttamente, nella produzione artigianale di prodotti, riscuotendo notevoli successi, riconosci-
menti e premi.
Oggi GUSTO IN TASCA® ha concentrato le proprie energie nella
selezione delle materie prime, che oltre che di primissima qualità,
devono essere selezionate, prima di ogni trasformazione.
Crediamo nell’utilizzo di materie naturali, e stiamo cercando di eliminare completamente  CONSER-
VANTI E ADDITIVI CHIMICI.
Partiamo quindi dall’allevamento, dove la nostra presenza deve essere costante, poi la macellazione, l’applicazione delle ricette a basso apporto di sale, la stagionatura.
Dal 2018 facciamo parte del Consorzio del Vitellone Bianco come
Soci e Operatori, con la quale curiamo e certifichiamo la CHIANINA IGP.
Nello stesso anno abbiamo depositato il marchio e il disciplinare DEL BUTTERO® che denomina tutti i prodotti di filiera Toscana ed anche il BOVINO DEL BUTTERO® che con il proprio disciplinaregarantisce carni salubri e controllate.
Nel 2020 con l’ampliamento dei locali e del nuovo stabilimento èiniziato un processo di sviluppo aziendale che ci vede impegnati in un continuo miglioramento sotto il punto di vista della produzione e dei processi.
Già ad inizi 2021 sta prendendo vita ed è prossima l’apertura del punto vendita dedicato al pubblico nel fronte del nuovo stabilimento.
Stiamo già lavorando ai nuovi laboratori di produzione di salumificazione, affinamento formaggi e produzione di conserve (ragù, sughi. confetture, chutnety ecc.), oltre all’ampliamento della parte uffici.